Enneatipo Due. La banderuola (Orgoglio)

Pubblicato in L’enneagramma delle nove personalità. Descrizione degli Enneatipi

Enneatipo Due. La banderuola (Orgoglio)

 

 

 

Enneatipo Due. La banderuola (Orgoglio)

Il tipo Due è ribelle a tutto ciò che limita la sua libertà e lo annoia, è impulsivo e ostinato, soffre di profonda incostanza nel portare a compimento i suoi progetti e subisce la mutevolezza dei suoi umori e delle sue emozioni lasciandosi influenzare proprio come fosse una banderuola.

Sembra recitare la parte della principessa sul pisello, capace di accorgersi di ogni particolare e di notare dettagli che la facciano apparire elegante e sofisticata, ma allo stesso tempo capricciosa e incontentabile.

Deve essere sempre al centro dell’attenzione e riesce ad attirare lo sguardo di tutti senza darlo troppo a vedere. Tutta presa dall’immagine di sé, non sente il bisogno di mettersi in competizione, perché è già la migliore e perché nessuno è alla sua altezza.

Inoltre si esprime in modo molto cordiale, appare affabile e servizievole, e la sua compagnia risulta vivace e calorosa. In effetti vederla arrivare non può suscitare che meraviglia e stupore.

Ad una festa è sempre l’ultima a presentarsi, così da sembrare di voler passare inosservata, mente non aspetta altro che farsi vedere, senza che gli altri se ne accorgano.

Per questo la sua superbia e il suo orgoglio dominano ogni sua azione, in funzione di un’immagine che non sembra richiedere tanto sforzo, tanto da farle dire: “ho messo la prima cosa che mi è capitata sotto mano” quando riceve un complimento, mentre ha passato il pomeriggio a fare le prove. Ma tutto deve sembrare quasi lasciato al caso e niente deve dare adito a pensare che sia volutamente studiato.

Intrattenere gli altri è un piacere per il tipo Due, ma lo fa come fosse un lavoro, così in una riunione di lavoro vero e proprio, si preoccupa specialmente di avere cura degli ospiti, accertandosi che tutti stiano bevendo il caffè che ha accuratamente preparato e offerto loro. Allo stesso modo naturalmente sa svolgere con garbo il suo ruolo di ospite, fin tanto che riesce ad accattivarsi la simpatia di tutti gli altri. Se per caso però c’è qualcuno su cui non ha ascendente, lo ignora perchè non merita la sua attenzione.

Si meraviglia se si rende conto che il mondo va avanti senza di lei, dato che per il fatto di sentirsi orgogliosa di essere speciale, pensa di meritare privilegi e attenzioni particolari. In effetti ha una tendenza alla raffinatezza e alla ricercatezza, per cui è l’unica a sapere che lo champagne deve essere mantenuto tra i dieci e i dodici gradi centigradi, che non a caso è la temperatura delle cantine nella Sciampagna.

Il fatto di suscitare tanto interesse è dovuto alla sua capacità di sedurre, che non è tanto erotica, quanto piuttosto ammaliante e fascinosa per via del suo modo di parlare, di gesticolare, per l’espressione di riguardo che rivolge ai suoi interlocutori, per le attenzioni ai bisogni di chi gli è vicino, che in genere sa anticipare e ai quali si mostra particolarmente sensibile, nonché per la consapevolezza di essere attraente.  

Volubile, instabile, impulsiva e ostinata, ama ragionevolmente tutti coloro che riesce ad irretire e che la lusingano finendo nella sua rete, sebbene scelga di “adulare solo chi reputa degno di essere sedotto” (C. Naranjo).

Ai tempi delle corti imperiali il tipo Due, sarebbe stato molto comune tra i re e le regine, contornati da dame di compagnia, cortigiani e consiglieri, pronti a darsi il cambio per essere congedati non appena avessero esaurito le loro virtù. Questi enneatipi infatti, sono persone che si stancano facilmente di ciò che diventa abituale e necessitano di trovare nuovi stimoli, dei quali sono alla continua ricerca. Inoltre, sono dotati di un’abilità particolare a scovare situazioni favorevoli e persone che offrano spunti interessanti per nutrire il loro bisogno di essere ammirati. Per questo i rapporti che intrattengono sono in genere molto superficiali e possono rivelarsi ben presto fuochi di paglia. Infatti, non appena il tipo Due diventa normale agli occhi di chi gli sta vicino, deve subito trovare nuovi occhi che vedano quanto è meraviglioso.

A tale scopo, la sua generosità è congeniale al fine di sedurre e di ottenere ricompensa e riconoscimento, così da gratificare il suo orgoglio ed essere sempre in credito con gli altri. Tuttavia, se non viene tenuta sulla corda, è pronta a licenziare chiunque non le vada più a genio, nel senso che qualora le richieste che avanza non siano prontamente esaudite, l’altro perde importanza e non è più deputato a far parte della sua ristretta cerchia di prediletti.

La nevrosi del tipo Due è che, a causa della sua insicurezza e della vergogna al pensiero di essere rifiutato, nutre una così bassa stima nei confronti di sé, che ha bisogno di ricevere continue conferme del suo valore personale. Pertanto, per potersi sentire gratificato necessita del riscontro degli altri fino a diventarne dipendente, senza tuttavia ammetterlo.

Ne risulta una persona insaziabile, la cui condanna è quella di dover alimentare costantemente un’immagine di sé che è tanto svilente da non poter essere mai compensata abbastanza, anche perché l’orgoglio le impedisce di rendersene conto.

PERSONAGGI FAMOSI: Napoleone; Cleopatra; Truman Capote; Oscar Wilde; Rossella O’Hara; James Bond; Anna Magnani; Elizabeth Taylor; Giacomo Casanova; Silvio Berlusconi


Riferimenti:
Naranjo, Carattere e Nevrosi. L’Enneagramma dei tipi psicologici, Astrolabio, Roma, 1994
P. Quattrini, Enneagramma. Teoria del carattere, IGF, Roma, 2003


 << Enneatipo Uno. Il legislatore (Ira)            Enneatipo Tre. Il camaleonte (Vanità) >>
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni OK